OK

Risotto al radicchio lungo di Treviso
#

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
Risotto al radicchio lungo di Treviso
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
15 MIN
TEMPO COTTURA
30 MIN

 
CALORIE
427 CALORIE
PORZIONI
4 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 320 g di riso
• 250 g di radicchio lungo di Treviso
• 40 g di burro
• 40 g di Grana Padano grattugiato
• 1/2 bicchiere di vino bianco secco
• 1 l e 1/2 di brodo
• 1 cipolla
• sale
• pepe bianco
PROCEDIMENTO
In un tegame dai bordi alti fate fondere metà burro e insaporitevi la cipolla finemente tritata. Dopo cinque minuti aggiungete il radicchio tagliuzzato, mescolate e dopo cinque minuti il riso. Mescolate, versate il vino e fate evaporare. Regolate il sale e portate il riso a cottura versando un mestolo di brodo caldo alla volta, ci vorranno circa quindici minuti. Ritirate dal fuoco, mantecate con il restante burro e il Grana Padano grattugiato, insaporite con un pizzico di pepe macinato al momento e servite a tavola.
FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Primi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Di risotto liscio, magari tinto di giallo come si usa in Lombardia, non se ne parla in Veneto. Una regione nella quale la fantasia dei cuochi e una ricca e solenne tradizione hanno prodotto, col tempo, una lunga processione di piatti. Un corteo eterogeneo che ha utilizzato tutto quello che cresceva sulla terra e nel mare di queste terre. Dal riso bianco a base di pesce si passa a quello nero con l'inchiostro di seppia; da ingredienti come l'anguilla, i frutti di mare, gli scampi si passa a rane, quaglie, luganeghe, asparagi, fagioli e zucca... fino al radicchio rosso di Treviso.

TI POTREBBE ESSERE UTILE
 
#
Taburno Aglianico Rosato
Taburno Aglianico Rosato
È rosa, vivace e cristallino. All'olfatto dominano i profumi dolci della mela, della susina, della ciliegia, della fragola e del lampone; poi un’ampia fragranza di frutta mista. Al palato l’impatto è morbido, con sfumature dolci, ma tutto è sostenuto dall’acidità che fornisce il giusto equilibrio rendendolo piacevole e di facile beva. Nel finale la permanenza fruttata è lunghissima.
Rosé di Pinot Brut
Ha delicato colore rosa pallido, brillante, con sottile e continuo perlage. Il profumo è pronunciato e persistente, molto fine, e presenta un ampia gamma di sentori fruttati con ricordi di pesca, albicocca e ribes. Il sapore è secco, fresco di buona struttura e grande morbidezza; ha bilanciata armonia di sensazioni e finale fruttato.
COMMENTA
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ...
#