OK

Pastiera napoletana
#


La pastiera è un dolce tradizionale composto da una pasta frolla elastica ma friabile e un ripieno cremoso a base di ricotta e grano. Un tempo era preparata tra l'Epifania e la Pasqua, il periodo migliore per questi due ingredienti principali. La versione più conosciuta è sicuramente quella napoletana, che scoprite in questa golosa ricetta spiegata passo per passo.

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI VITTORIO CASELLI
Pastiera napoletana
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
2H
TEMPO COTTURA
1H E 30 MIN

 
LUOGO RIPOSO
FRIGO
TEMPO RIPOSO
12H
PORZIONI
8-10 PORZIONI

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
PER LA PASTA FROLLA:
• 350 g di farina
• 175 g di burro o strutto
• 140 g di zucchero
• 2 uova intere
• scorza di 1 arancia
PER IL RIPIENO:
• 350 g di ricotta vaccina
• 250 g di zucchero
• 300 g di grano precotto
• 200 ml di latte
• 2 uova intere
• 1 tuorlo
• 150 g di canditi (cedro e arancia)
• 2 cucchiaini di acqua di fiori d’arancio
• scorza di 2 arance
• scorza di 1 limone
• 1 pizzico di sale
INTRODUZIONE
La pastiera è un dolce tipico napoletano, tra i più amati sia in Italia che all’estero. Di questa torta golosa esistono tante versioni, ma la più famosa è sicuramente quella napoletana.

La frolla, preparata con strutto o burro, è friabile ed elastica e la crema all’interno è un perfetto equilibrio di dolcezza e aromi; per la preparazione della pastiera napoletana, inoltre, si utilizzano sempre limone e arancia, e a piacere un pizzico di cannella.

La ricetta originale prevede inoltre sia il grano che i canditi a pezzetti ma, volendo, potete frullare il ripieno creando così una crema liscia e ugualmente buona. Se poi volete leggermente allontanarvi dalla tradizione, aggiungete qualche goccia di cioccolato all’interno. In ogni caso otterrete un concentrato di sapore, perfetto per ogni momento della giornata!

Per altre dolci ricette consultate le tante a disposizione. Ne troverete altre a base di ricotta, altrettanto squisite!


Come preparare: Pastiera napoletana
Preparazione Pastiera napoletana - Fase 1
Preparazione Pastiera napoletana - Fase 1
1

Cuocete il grano con latte, scorza di 1 arancia e 1 cucchiaio di zucchero. Mescolate continuamente finché il latte non si sarà completamente assorbito. Lasciate raffreddare. In una ciotola capiente, lavorate la ricotta con lo zucchero fino ad ottenere un composto morbido e senza grumi.

Preparazione Pastiera napoletana - Fase 2
Preparazione Pastiera napoletana - Fase 2
2

Aggiungete le uova, il tuorlo, un pizzico di sale e la scorza grattugiata di 1 arancia e 1 limone. Mescolate con un mestolo di legno. Aggiungete anche i canditi a cubetti piccoli e l’acqua di fiori d’arancio.

Preparazione Pastiera napoletana - Fase 3
Preparazione Pastiera napoletana - Fase 3
3

Infine, unite il grano freddo e mescolate fino ad ottenere una crema omogenea. Lasciate riposare in frigo. Intanto, preparate la pasta frolla: lavorate burro e zucchero, quindi unite le uova con la scorza d’arancia e successivamente la farina. Impastate fino ad ottenere un panetto compatto, quindi avvolgetelo nella pellicola e riponete in frigo

Preparazione Pastiera napoletana - Fase 4
Preparazione Pastiera napoletana - Fase 4
4

Appena la pasta frolla sarà ben fredda, stendetene 2/3 e rivestite una tortiera antiaderente *. Versate il ripieno all’interno, quindi stendete la frolla restante e ricavate delle strisce. Decorate formando dei rombi. Cuocete la pastiera in forno caldo a 180° per circa 1 ora e 20 minuti. Sfornatela, fatela raffreddare (a temperatura ambiente o in frigo) per 12 ore.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "PASTIERA NAPOLETANA"

NOTA
Con le dosi riportate, potete utilizzare una tortiera più alta di 22 cm, oppure una bassa di 26 cm.


TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Alladium
Il colore è quello dell'oro antico, brillante. Il profumo è avvolgente, di miele grezzo e limone candito, aromatico e muschiato. È dolce e fresco al palato. La struttura è salda e di volume. Giustamente caldo, risulta non pesante ma vellutato in bocca, con una piacevole punta di freschezza finale. È un vino da meditazione o aperitivo fuori dal comune.
COMMENTA
#