OK

Baci di dama
#

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
Baci di dama
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
20 MIN

 
CALORIE
478 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 100 g di farina
• 100 g di fecola
• 100 g di burro
• 70 g di zucchero a velo
• 70 g di mandorle spellate
• 30 g di zucchero semolato
• 1 uovo
• crema gianduia
PROCEDIMENTO
Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Tritate finemente le mandorle con lo zucchero semolato.

In una ciotola lavorate a crema il burro, incorporatevi la farina, la fecola, lo zucchero a velo, le mandorle tritate e l’uovo. Mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo di media consistenza. Dividetelo in circa 50/60 palline tutte uguali e schiacciatele appena. Disponetele sulla placca da forno imburrata e cuocete in forno caldo a 170° per circa diciotto-venti minuti.

Ritirate, lasciate raffreddare, poi unite due a due i “baci” fissandoli tra loro con un po’ di crema di gianduia.

Sistemate ogni coppia in un pirottino di carta e disponeteli a cerchi concentrici o in file diagonali sul piatto di servizio.
FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Dolci"
 
PER SAPERNE DI PIU'
I “baci di dama” sono una specialità piemontese, anzi di Tortona, in provincia di Alessandria. La ricetta originale risale alla metà dell’Ottocento e fu inventata da un cuoco di casa Savoia. Sembra che Vittorio Emanuele II una sera avesse chiesto al cuoco un dolcetto diverso dal solito. Nella dispensa c’erano in quel momento solo mandorle, armelline (mandorle amare), nocciole, zucchero e burro. Oggi, il cioccolato può essere sostituito dalla marmellata.

TI POTREBBE ESSERE UTILE
 
#
Vigna Vecchia
Vigna Vecchia
Un vino dal colore paglierino intenso alla vista, ricco di profumi al naso, di lunga persistenza, pieno e denso al palato.
Essenzia Bianco
Essenzia Bianco
Vino di colore giallo paglierino carico dal profumo molto intenso e complesso, nel quale si possono riconoscere molte sensazioni. Tra le più evidenti, la frutta matura: pesca, melone, ribes; la frutta tropicale: banana, ananas, mango, frutto della passione. Il tutto inserito nell’eleganza derivante dalla muffa nobile. Al gusto è fresco, pieno, di corpo aromatico e giustamente dolce.
COMMENTA
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ...
#