OK

Arancini di riso
#

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
Arancini di riso
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
60 MIN
TEMPO COTTURA
1H E 40 MIN

 
TEMPO TOTALE
2H E 40 MIN
CALORIE
697 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 300 g di riso
• 100 g di caciocavallo grattugiato
• 2 uova
• 150 g di formaggio tenero
• pangrattato
• olio.
PER IL RAGÙ:
• 250 g di carne tritata di manzo
• 200 g di piselli sgranati
• 40 g di burro
• 2 cucchiai di vino bianco secco
• 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
• 1/2 cipolla
• 2 cucchiai d’olio
• sale
• pepe
PROCEDIMENTO
Lessate il riso in acqua salata, scolatelo al dente, raccoglietelo in una ciotola, amalgamatelo con il caciocavallo grattugiato e lasciatelo intiepidire. Sbollentate per 10 minuti i piselli, sgocciolateli e teneteli da parte. Preparate il ragù: in una casseruola scaldate l’olio con il burro, insaporitevi la cipolla tritata, dopo alcuni minuti unite la carne tritata, mescolate, spruzzatela con il vino bianco, lasciate evaporare. Versate nel recipiente il concentrato di pomodoro diluito in poca acqua, regolate sale e pepe, coprite e, a fuoco basso, cuocete per un’ora. A dieci minuti da fine cottura aggiungete i piselli. Preparate gli arancini: prendete poco riso alla volta, mettetelo sul palmo della mano sinistra e con quella destra modellatelo a forma di arancini non troppo grandi e leggermente a punta, al centro di ognuno con il pollice destro ricavate un piccolo incavo e riempitelo con un cucchiaino di ragù e un dadino di formaggio, richiudetelo con il riso. Passate gli arancini nelle uova sbattute poco salate e poi nel pangrattato. Friggeteli in abbondante olio caldo. Ritirateli quando sono leggermente dorati. Asciugateli su carta assorbente, passateli sul piatto da portata e serviteli caldi.
FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Arancini o arancine? Arancini nel Messinese e nel Catanese: sono di forma allungata e fatti con riso in bianco (a volte anche allo zafferano) e farciti come nella nostra ricetta. Arancine, invece, nelle altre parti dell’isola: sono di forma rotonda (da qui il nome) e farcite con un fiocchetto di burro e dadini di formaggio “primo sale”. Quanto alla farcia si contano altre varianti personalizzate.


TI POTREBBE ESSERE UTILE
 
#
Pithos
Pithos
Si presenta con un bel rosso limpido e brillante, mentre al naso è subito elegante e profumato, con fini sentori di frutti e una nota erbacea piacevole e fresca. Al palato non si avvertono i suoi 13 gradi alcolici, ben bilanciati dall’equilibrio creato dal corpo, non eccezionale ma comunque presente, e da un’acidità marcata.
La Rocca
La Rocca
Giallo solare, brillante e intenso, rivela un bouquet ricco e ampio, con sentori di frutta matura, richiami di melone e mango, leggermente speziato. Al palato è pieno, rotondo, vellutato, caratterizzato da un perfetto equilibro tra sensazioni fruttate e acidità; finale lungo e persistente.
" data-mobile="false" data-width="100%" data-numposts="2" data-colorscheme="light">
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ...
#