Cake al cioccolato, glassa al cioccolato e caramello

Cake al cioccolato, glassa al cioccolato e caramello

Gli ingredienti che non possono mai mancare nella mia dispensa sono certamente le uova, lo zucchero, il lievito, la pasta (di norma spaghetti, spaghettoni, linguine e fusilli), il riso, le olive e i pomodori secchi. Uno dei più importanti, di quelli che porterei con me sull’isola deserta, però è il cioccolato. Di Modica per attenuare quel desiderio che, puntuale, mi viene a trovare ogni sera dopo cena, per una pausa speciale e tutta mia o per premiarmi per come ho affrontato una giornata difficile. Fondente, preferibilmente al 75%, per avere la certezza di potermi preparare un dolce ogni volta che ne avverto la necessità.

Il cioccolato è anche l’ingrediente che come nessun altro è in grado di scatenare la mia fantasia. Posso passare con naturalezza da una semplicissima torta da forno ad una mousse, da una voluttuosa cioccolata in tazza a delle piccole e niente affatto innocenti praline, provare abbinamenti nuovi o lasciarmi trasportare dalla certezza di quelli vecchi e collaudati. Uno di questi è senz’altro cioccolato/nocciole, un grande classico che però in tutto questo tempo non è mai riuscito ad annoiarmi. E dire che non ci vuole molto.

Domenica scorsa ho preparato questo cake, visto sull’ultimo numero di Elle à Table e infornato nel giro di dieci minuti. Semplice nell’impasto, ma ricco, per la compresenza di cioccolato fondente (ho scelto un Guanaja Valrhona) e di cacao amaro, e per la glassa che lo ricopre. Densa, viscosa, con quell’irresistibile retrogusto di caramello. Una pioggia di nocciole di Giffoni tostate e grossolanamente tritate ne sono il degno completamento. Un dolce che può passare leggiadramente da un caffè con le amiche ad un fine pasto senza mai sfigurare.

Cake al cioccolato, glassa al cioccolato e caramello

Cake al cioccolato, glassa al cioccolato e caramello

Ingredienti per 6 persone:
200 g di burro
100 g di cioccolato fondente Guanaja Valrhona al 75%
150 g di zucchero semolato
130 g di farina 00
50 g di maizena
4 uova
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
8 g di lievito in polvere per dolci

per la glassa:
150 g di zucchero semolato
100 g di panna
70 g di acqua
100 g di cioccolato fondente
nocciole di Giffoni tostate q.b.

Fai fondere a bagnomaria il cioccolato fondente (100 g) con il burro tagliato a cubetti. In una ciotola lavora le uova e lo zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto bianco e spumoso, che sarà aumentato di volume. Aggiungi la farina, la maizena, il cacao amaro e il lievito ben setacciati e il composto con il cioccolato fuso (che nel frattempo avrai fatto intiepidire). Mescola il tutto con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo. Versalo all’interno di uno stampo da cake imburrato e rivestito di carta da forno (in questo modo aderirà meglio) e livellalo. Fai cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 55 minuti, o comunque fino a quando uno stecchino infilato al centro del dolce uscirà asciutto e pulito. Fai raffreddare il cake nello stampo.

Nel frattempo prepara la glassa: in una casseruola porta ad ebollizione lo zucchero e l’acqua fino ad ottenere un caramello. Fuori dal fuoco aggiungi gradatamente la panna che nel frattempo avrai fatto scaldare, mescola con cura e rimetti sul fuoco. Fai cuocere per alcuni minuti aggiungendo il cioccolato fondente grossolanamente tritato, fino ad ottenere una salsa liscia e omogenea. Trasferisci il cake su di una griglia per dolci e glassalo. Decora con delle nocciole tostate grossolanamente tritate.

36 Commenti a Cake al cioccolato, glassa al cioccolato e caramello

  1. DanielaC. scrive:

    Ciao! Ho fatto una gran cosa a iscrivermi al tuo blog, cominciare la giornata con il feed di una simile delizia concilia con il mondo! proverò a farla (passata la Quaresima…che tortura aspettare tanto!) anche noi adoriamo il cioccolato e le nocciole, in tutte le declinazioni possibili!
    Buona giornata! DanielaC.

  2. Il cioccolato non manca mai neanche nella mia dispensa e tengo sia quello da mangiare, un quadratino alla volta, sia quello per i dolci e gli usi in cucina. Il tuo cake è bellissimo, mi immagino già la bontà della glassa!
    Buona giornata! ^_^

  3. Elvira scrive:

    …quella glassa ed il crunch delle nocciole. Una bella fetta di questo dolce mi rimetterebbe al mondo in questo momento.
    Buon weekend!

  4. Rossana scrive:

    Ma lo sai che quando addento un ruvido suadente pezzettino di cioccolato di Modica ti penso?! :P
    Ultimamente sono dipendente dal Dulcey, lo compro per preparare dei dolcetti e va a finire che lo finisco prima…

    Lasci sempre senza parole e con una grande acquolina…

  5. Raffy scrive:

    che spettacolo, troppo goloso… posso una fetta???

  6. Marta scrive:

    Nella mia dispensa non devono mai mancare: burro, uova, cioccolato, zucchero e farina. Mi bastano queste cose per essere felice, in realtà mi basterebbe il cioccolato, questo cake sembra troppo buono per lasciarlo solo su questa pagina, necessita di un giudizio “vero”, urge provarlo.

  7. paola scrive:

    che goduria!!!!!Come posso cercare di fare un pò di dieta almeno il venerdì,veramente doveva essere il giovedì. Grazie per aver postato questa ricetta, un bacione

  8. Claudia scrive:

    Ciao!! Ho appena finito di glassare il tuo cake!! Sembra essermi uscito benissimo!! Grazie mille della ricetta mi è sembrata subito invitante!!
    Complimenti davvero!
    Una piccola nota di esperienza personale è che a metà cottura ho dovuto calare di temperatura poichè mi si annerivano tutti i bordi!

  9. Arianna scrive:

    Siamo in due ad averlo sempre in dispensa e come te la sera la coccola al cioccolato è immancabile.
    E questo tuo cake sarebbe una coccola anche per la mattina dopo ;-)

  10. Wow ke meraviglia questo cake! anke nella mia dispensa non deve mai mancare il cioccolato fondente!

  11. Patty scrive:

    Che spettacolo! Ciao Sara, è stato un gran piacere conoscerti giovedì scorso! Peccato non avere tempo per parlare un po’. Un forte abbraccio, Pat

  12. Marta scrive:

    Va be’ ma questo è irresistibile… Cioccolato, caramello e nocciole… ADORO!! :D
    Marta

  13. forno incantato scrive:

    beddamatri! questo è ciò che è uscito quando ho visto la foto! l’abbinamento per eccellenza cioccolato caramello nocciole. da copiare subito.
    grazie.

  14. Elena scrive:

    Che goduria…che tentazione…
    Non so se può interessarti ma nel mio post del 2 marzo ho inserito il tuo blog tra quelli che seguo come più lieber..fai un salto se può interessarti il premio e soprattutto se ne hai il tempo.
    Ciao
    Elena

  15. milena scrive:

    di domenica mattina, in ufficio, ad aspettare che entri qualche cliente..mi ci voleva proprio vedere le foto di questo dolce cioccolatoso e leggere la tua ricetta!!!
    una meraviglia ^_^

  16. rosanna scrive:

    bellissimo,goduriosissimo,ti mette in pace con il mondo.Ora le domande, mi spieghi bene bene il caramello?quando dici che fai fondere lo zucchero con l’acqua, fino a che punto devo aspettare per aggiungere la panna?Scusa, ma sarà il dolce di domenica prossima e non voglio sbagliare.

  17. Paola scrive:

    Sara, tu mi vuoi far morire…

  18. Monica scrive:

    Uhmmm….è di una bellezza travolgente, non oso immaginare quanto possa essere buono e, soprattutto, godurioso!!!! Brava!!!! Passa a farmi visita….ti aspetto!!!! ;-)

  19. stefania scrive:

    bellissimo !
    ciao

  20. Alison scrive:

    Super invitante!!!! Baci, Alison

  21. Manuela scrive:

    Ho l’acquolina in bocca! Complimenti :)

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

  22. Magda scrive:

    L’ho fatta! Ho fatto un super figurone…Però volevo sapere alcune cose:
    1) il mio cake è rimasto molto umido…VA’ BENE?
    2) quando sono andata ad aggiungere la panna(T ambiente) al caramello mi è venuto fuori un disastro…Agglomerati di caramello da una parte e panna dall’altra…. Come devo fare?
    3) quanto tempo necessita la glassa per raffreddare?
    Grazie!

  23. rosanna scrive:

    macchè domenica, ho preparato oggi il cake per una cena di domani, è venuto benissimo anche se in forma rotonda, domani aggiungerò il caramello, ma aspetto con ansia le tue dritte che ti ho già detto più sopra, mi raccomando non mi abbandonare sul più bello sopratutto dopo quallo che letto è successo a Magda.Grazie

  24. @ DanielaC: sono d’accordo con te, hai fatto benissimo! ;)

    @ Zucchero e Zenzero: ti capisco, anche qui il cioccolato è una di quelle cose che non può mai mancare :)

    @ Elvira: potrei dire lo stesso ora, ne avrei davvero bisogno!

    @ Rossana: chissà perché a me succede la stessa cosa! ;) Eh lo so, ammetto che me lo sto mangiando tutto così com’è anch’io :P
    Un abbraccio.

    @ Raffy: anche due :)

  25. @ Marta: perfetto, allora attendo il tuo giudizio vero! ;)

    @ Paola: mi pongo la stessa domanda ogni giorno, per fortuna ho un metabolismo che funziona parecchio bene ;) Grazie a te

    @ Claudia: grazie per averci raccontato la tua esperienza, è del tutto normale, dipende da forno a forno. Io non ho avuto nemmeno il bisogno di coprirlo con un foglio di alluminio :)

    @ Arianna: e infatti anche questa sera il mio quadretto non me lo sono fatta mancare :)

    @ Tortino al cioccolato: grazie :)

  26. @ Patty: piacere mio, spero che avremo un’altra occasione per salutarci presto! Sono d’accordo con te sul discorso del tempo, purtroppo siamo sempre state di corsa :) Alla prossima

    @ Marta: è la stessa cosa che ho pensato quando l’ho visto nella copertina di Elle à Table ;)

    @ Forno Incantato: ahahaha! Grazie a te, sono felice che l’idea ti piaccia :)

    @ Elena: ti ringrazio di cuore, se riesco faccio un salto volentieri :)

    @ Milena: una piacevolissima sensazione quella che accosti a questo cake, grazie!

  27. @ Rosanna: per fare il caramello io faccio così: metto acqua e zucchero in una casseruola e senza mescolare aspetto che lo zucchero si sciolga. A quel punto dò un giro di cucchiaio e aspetto che diventi ambrato. Serve una casseruola di acciaio a fondo spesso. Poi aggiungo la panna (non fredda di frigo, se la scaldi ti risulterà più facile) a filo e mescolo con una frusta. All’inizio un po’ si rapprende per la differenza di temperatura, ma poi si scioglie diventando una salsa. Solo dopo aggiungo il cioccolato e lo lascio amalgamare. Spero di essere stata chiara se così non fosse sono qui :)

  28. @ Paola: no è che a me piace tentarvi ;)

    @ Monica: grazie :)

    @ Stefania: grazie :)

    @ Alison: vero!

    @ manuela: grazie mille

    @ Magda: rispondo subito
    1) molto umido no, meglio proseguire la cottura un po’ più a lungo. Prova allungando di 5 minuti e poi fai la prova stecchino, se non è ancora cotto al punto giusto continua ancora :)

    2) per rendere l’operazione più semplice puoi aggiungere panna calda, in questo modo non si addenserà così velocemente a causa della differenza di temperatura. Viene anche utilizzandola a temperatura ambiente, con il calore piano piano si scioglie.

    3) quando ti accorgi che è solida è pronta. Dipende anche dai gusti, in ogni caso è il cake che deve essere freddo o farai fatica a tagliarlo :)

    @ rosanna: io me l’ero presa comoda, perchè ho detto che c’era tempo e invece :) Ti ho risposto e ribadisco che la glassa viene ugualmente bene anche come ho scritto. Se vuoi rendere il tutto più facile falla scaldare e aggiungila a filo :)

  29. rosanna scrive:

    @Sara@fiordifrolla: preparata, ma non è venuta bene, ho sbagliato qualcosa sicuramente, ho messo a scaldare lo zucchero con l’acqua, ma dopo 15 min era ancora trasparente, ho aspettato ancora 5 min. poi ho pensato che andava bene così era appena ambrato, ho aggiunto la panna e il cioccolata,tutto perfettamente cremoso, ma con nessun sapore di caramello, dolcissimo e poi secondo me alla fine si è cristallizzato lo zucchero perchè al palato è con micro granelli.Aiuto

  30. elena-sweetlife scrive:

    Il cioccolato è un’invenzione stupenda. come farne a meno?!? Prendo sicuramente nota di questa ricetta perchè ha l’aria veramente golosa!

  31. @ Rosanna: secondo me hai fatto semplicemente cuocere troppo poco il caramello. Non devi avere fretta e aspettare che diventi bello ambrato, non biondo, ma nemmeno scuro. E’ normale che così facendo tu non ne abbia poi sentito il gusto. Ci vuole pazienza e bisogna dedicargli il tempo che gli serve :) Tutto qua, riprova e vedrai che riesci!

    @ Elena sweetlife: non posso non essere d’accordo con te!

  32. rosanna scrive:

    @Sara@fiordifrolla:rifatto a tempo di record, più piccolo, ma questa volta peeeeeeerfeeettooooooooo, grazie grazie,sono stata(come si dice a Napoli)un pò frettella e non avevo aspettato il tempo giusto col caramello, peccato non poter postare una foto come fb,saresti stta orgolgiosa del tuo insegnamento.

  33. Francesca scrive:

    Belli questi toni sul marroncino… perfetti per questo dolce che non durerebbe più di due giorni a casa mia! :D

  34. Sandra scrive:

    E io sbav, sbav sbavoooooo :)
    Che meraviglia Sara. Sono in astinenza da cose buone!
    :*)

  35. Avevo visto questa foto su uno dei tuoi social. Mi ero ripromessa di ripassare di qua… mi ispira un sacco, un giorno, cucina libera permettendo, lo farò. :) Un salutino!

  36. @ The Girl with the Suitcase: ciao Silvia, grazie di cuore per essere passata! Un abbraccio, spero che avremo modo di conoscerci di persona prima o poi :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>