OK

Cascina degli Ulivi, Novi Ligure AL

#
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI FABRIZIO ROYCH
Fabrizio-Roych
VOTO
7.0
Cascina degli Ulivi, Novi Ligure AL
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
INFORMAZIONI
NOMI CASCINA DEGLI ULIVI
Indirizzo Strada Mazzola, 14 - Novi Ligure
Telefono 0143.744598
Orari di apertura Cena da giovedì a domenica; sabato e domenica anche a pranzo
Giorno di chiusura Dal lunedì al mercoledì
Periodo di chiusura Aperto tutto l'anno
Sito http://www.cascinadegliulivi.it/
Piatto forte Oca; fricandò; stracotto all'A Demûa; torta di nocciole
Prezzo tre piatti <35
Visitato in data 02.02.2014
Note Degustazione a 28 euro, a sorpresa
Aperto tutto l'anno
SCOPRI DOV'É

Cucina di territorio, semplice ma viva e con criterio, più i celebrati vini della maison


Qui di seguito qualche nota sull'agriturismo delle cantine di Bellotti, la Cascina degli Ulivi, alfieri e campioni di vino naturale. Ora, di solito, questo sarebbe un limite. Perché si sa, questi tizi del vino naturale hanno il tarlo del biologico, del local, del 'lasciamo fare alla natura', e tarperanno le potenzialità della cucina fra i vicoli stretti della loro dottrina. Qualcosa di vero c'è, ma in questo caso, in questa tavola, il problema non si avverte. Il cuoco è capace, la scelta pertinente, e allora si può abbassare la guardia, rilassare il cipiglio, e godersi la cucina.

Si parla di tradizione, territorio, campagna, ci mancherebbe. C'è l'oca, e l'occhio scappa al gruppetto starnazzante di pennuti subito fuori. C'è l'oca con una bella tapenade, ben ponderata, per ricordarci che siamo fra i campi ma non si fa cucina di paese. Le cipolline ripiene di verdure e ricotta, semplici, con le verdure sopra il latticino e era quello il passaggio difficile. Un favoloso fricandò, cucinato alla maniera locale e cioè stufato a lungo in vino e pomodoro, che diviene il condimento per tagliolini autoprodotti e invero cedevoli. Di frequente in trattoria si è abituati a perdonare agli stufati i carichi di salagione, speziature, le cotture annichilenti. Ancora, invece, un robusto piatto terragno regolato con misura. La prova del fuoco però arriva con lo stracotto all'A Demûa, che vale una deviazione vitivinicola nella chiacchiera.

La Cascina degli ulivi possiede in lista il Bellotti bianco e il Bellotti rosso, l'entry-level del bere biodinamico. Un vino da tavola con tutte le complessità, le seduzioni e le spine del partito naturale. Vale però scorrere il catalogo aziendale, ove si trova il grandmaster-level del bere biodinamico. L'A Demûa, odoroso, nervoso, odoroso, cangiante, odoroso, multiforme. Complicato, divertente, sfiancante. Uno di quei testi ugualmente indispensabili per l'accusa e per la difesa del fare vino alla maniera naturale. Tocca farsi un'opinione in proprio, ma - tornando a tavola - resta che la carne sottomessa a lunga cottura in un liquido dai simili connotati sarebbe condannata al monocolore gustativo. Invece, di nuovo, misura, manico, tecnica, pur nella grossezza dei sapori. Ah, le quattro patate d'accompagno, non banali, neanche loro.

Ci si va per la natura, gli animali liberi, il paesaggio. Per i vini che sono amici fidati come il Filagnotti, il Gavi di famiglia affiancato a quello più tradizionale. Per il servizio che deve essere famigliare, ma accoglie come in ristorante, non si lascia andare a approssimazioni, pare tararsi sulle aspettative dei diversi tavoli. Ci si deve andare per condire la natura, il paesaggio e l'esperienza enoica con la cucina. Anche prescindendo dal contorno, rimane un porto fidato per una tappa gastronomica di piatti semplici ma non approssimativi. Sui 30/35 euro, o 28 per un degustazione a sorpresa ma molto negoziabile.

Una riflessione, in chiusura. Bravi che rivendicano il biologico e lo stagionale fra i propri Credo, in cantina come in cucina, e bravi che affermandolo non ne fanno predicazione. Ma, se l'ottima torta alle nocciole è accompagnata da un formidabile gelato al cioccolato, dagli umori di fieno e tabacco, denso e di corpo come il raso, non mi basta sapere che si tratta di cioccolato biologico. Se usano il cioccolato di Corallo, accidenti andrebbe detto subito. Come un vanto, come un'altra prova di impegno e conoscenza fuori dal banale, in cantina come in cucina.

CONDIVIDI

LOCALI VICINI


 
#
COMMENTA

ABBIAMO CENATO QUI

#